Crea sito

Il magazine dell'Innovazione pianistica

Interpretazione

Comprendere l’essenza, per interpretare.

Il Glenn Gould russo

Così come Glenn Gould, utilizzando edizioni non particolarmente filologiche, e inventando due o tre cose che non c’entrano niente ma che funzionano (arpeggiare gli accordi per moto contrario, per esempio), ha creato un riferimento imperituro nell’interpretazione di Bach, allo stesso modo fa Mikhail…

Suonare Handel al pianoforte
Un progetto di Daria van den Bercken Trasporre la grandezza e la generosità di Handel al pianoforte non è cosa che si risolva tanto facilmente con le coordinate a cui il pianista è abituato. Ci vuole un approccio nuovo con…
Viaggio al Centro della Terra 2: L’arancia di Sebok

Nel mio ebook Seitai al pianoforte rimarrete sconcertati perché scoprirete che la tecnica del peso è solamente una delle almeno 10 possibili tecniche pianistiche. La “tecnica del peso”, ha molto più a che vedere con l’andare verso il centro e il…

Sistema Nervoso Bachiano

Preferite studiare e cantare le voci una per una, analizzare l’armonia, conoscere la struttura di una fuga o… lasciar fare tutto il lavoro al Vostro Sistema Nervoso Centrale? E’ una tra le tante cose che scoprirete nel mio nuovo libro che uscirà…

Pianoforte: lo strumento dell’impossibile

Sedetevi con calma, con una buona tazza di caffè e la che trovate nel sito. Viaggeremo lontano. Il pianoforte è fondamentalmente uno strumento strutturale f-e (in verde nella figura); ne è una prova il vibrato: realizzabile persino su un tamburo, è impossibile…

In caso di Maltempo, soluzione Alkan

Ciò che ho scritto sui pianisti italiani (vedi) sta sconfinando nella “profezia” e continuamente trovando nuove conferme. Chi altri poteva “uscire” con questo nuovo CD di musiche pianistiche di Alkan – suonate su un magnifico Erard del 1899 – se non un pianista…

Robert Schumann dixit

Ho avuto la fortuna di sentire questi studi suonati per la maggior parte da Chopin stesso. Si immagini un artista che fonda i suoni in ogni sorta di arabeschi fantastici, in modo però da sentire sempre un suono grave fondamentale…

Il più grande improvvisatore

Nel caso abbiate dei dubbi, sto parlando di Ludwig van Beethoven. Per lui l’improvvisazione e l’opera scritta sulla carta coincidevano (grazie al suo taiheki rotatorio e conclusivo).

Brahms-Paganini fitness

Volete portare le Brahms-Paganini al diploma? Che muscolatura va “attivata” e “segnalata” per superare brillantemente le asperità tecniche?

Decalogo Beethoveniano

Vedremo in questo articolo le cose fondamentali che un pianista dovrebbe fare per rendere in modo perfetto e conforme alla naturalezza dell’autore il suono Beethoveniano al pianoforte.

Un “Modest” vulcano

Breve parallelo tra canto armonico e suono tellurico di Modest Musorskji: un “Modest” vulcano.

Handel piano Music

Raramente sentiamo la musica di Handel in un concerto di pianoforte. Perché?

Gaspard de la lumiere

C’è un pò di confusione su Ravel come pianista.

Baglini e il pianismo impossibile

Modest Musorskij: taiheki centrale con torsione. Il pianista che lo suona, non siede su un panchetto, ma su un vulcano pronto ad esplodere. Horowitz dovette “barare” e trascriverlo, per rendere l’effetto Panavision, la scarica delle ottave – paragonabile a quella di un…

Se C. L. Hanon non avesse avuto paura…

…della propria creatività, avrebbe scoperto i segreti dell’articolazione digitale pianistica. Quali cose dunque, non funzionano nella sua opera più famosa Il pianista virtuoso? Essenzialmente due: sviluppando gli esercizi alla distanza di una sesta il pianista rimane condizionato dall’idea di dover “allargare”…

Cosa rende la musica di Bach… Bachiana?

Un compositore particolarmente legato alla Osei verticale. La musica di Bach richiede un suono che abbia un distacco e una spiritualità che il tocco pianistico non può raggiungere se non è attivato un movimento ascendente. Se ci sono queste caratteristiche,…

La Cattedrale dell’Inconscio

E’ da tempo che desideravo scrivere questo articolo. Nonostante il grande spazio dedicato a Chopin sentivo che c’era ancora qualcosa da definire e questo qualcosa aveva a che fare con la Sonata in si bemolle minore. Poiché è un pezzo che amo…

Franz contro Franz

  Non è di un feroce duello che voglio raccontare, tra i due Franz del titolo che altri non sono che sono Liszt e Schubert, ma la storia di un’amicizia che ci porterà a riflettere su alcuni aspetti del pianismo:…

Brahms – Paganini

Sono particolarmente affezionato alle Brahms-Paganini per un semplice fatto: da ragazzino le ascoltai talmente a lungo (nella storica interpretazione di Arturo Benedetti Michelangeli) da farmi venire la febbre (anche se mia madre insisteva nel dire che avevo preso freddo). Ancora…

Bachianas anomalas
L'altra anomalia Bachiana, senza che egli lo abbia mai saputo, è Johann Sergej Bachmaninov; condivide con il suo predecessore un essere fuori dai tempi che non ha precedenti. Quando ascolto eseguire Rachmaninov, l'effetto è molto intrigante, sembra quasi di sentire…