E' uscito il mio nuovo Quaderno dedicato alla diteggiatura!

Quanto sai stare nella realtà?

Esercizio per stare nel tempo presente

PianoSeitai
Vuoi imparare a suonare il piano a partire dal tuo organismo?

Un pezzo che già sa essere atemporale di suo,

il primo preludio del Clavicembalo ben Temperato di J. S. Bach, svincolato da processi melodici o rappresentativi, diventa ora un ottimo esercizio e una sfida per voi per suonarlo restando ancorati nel tempo presente. Interpretatelo senza cercare niente, senza tensioni intellettuali, o “recitoni” manieristici, senza dover affermare la vostra perizia timbrica o far conoscere a tutto il mondo la vostra sensibilità armonica, bensì semplicemente restando dentro voi stessi e in qualsiasi momento chiedendovi:

dove sono adesso?

Permetterete al suono di convergere verso la sua essenza, il silenzio, sfuggendo in modo verticale alla linea temporale della fruizione sonora e avvicinandovi a quella che è da sempre l’unica essenza della musica: l’estasi e il silenzio. Vedrete che il mondo interpretativo si schiuderà davanti a voi e al vostro ascolto, permettendo ai vostri ascoltatori un’indimenticabile esperienza e a voi stessi un prezioso esercizio per stare dentro voi stessi, nel tempo presente.

Esattamente come, disegnando con la parte destra del cervello, si viene sprofondati nel giudizio continuo verso se stessi, cercando realtà e presente, potete dare una nuova veste di luce e consapevolezza alle vostre interpretazioni partendo, perché no? Proprio da questa.

Buona sperimentazione.

Alberto

Corsi di Interpretazione
A Reggio Emilia
Il taiheki dell'Autore