Crea sito
E' uscito il mio nuovo Quaderno dedicato alla diteggiatura!

Il triplo studio su Chopin

Marc Andrè Hamelin

oltre ad essere un grande virtuoso e un pianista che ha in repertorio musica dimenticata anche perché di estrema difficoltà (gli Studi sopra gli studi di Chopin di Leopold Godowski, il concerto di Busoni, Alkan ecc.), è anche un autore e trascrittore interessante, che ci aiuta a riflettere sul pianismo e soprattutto, sulle radici del virtuosismo, un tema interessante su cui sto da tempo investigando.

In questa sua trascrizione mette insieme nientemeno che tre studi di Chopin!

Però per i lettori che seguono il mio pensiero faccio notare una cosa interessante: i tre studi scelti – Hamelin infatti mescola in modo gustosissimo l’op. 10 n. 2 con il 4 e 11 dell’op. 25 – sono tutti e tre accomunati dall’attivazione della coordinazione laterale.

Questa è anche la dimostrazione che il puro istinto creativo conosce le segrete e rigorose regole che in questo magazine e nell  mie pubblicazioni mi sforzo di rendere pubbliche e condivisibili.

Ecco tutti gli studi “laterali” di Chopin

Coordinazione laterale (gravità sempre a destra):
Op. 10 n.: 2, 5, 8, 10; op. 25: 2, 4, 6, 9, 11;

La combinazione con studi che abbiano un’altra logica della mano – non lo dico io ma Hamelin – risulta impossibile.

Lo studio Op. 25 n° 4 poi, si presta alla celia, confermando la naturalezza laterale, gioiosa ed emozionale, come testimonia questo “incidente diplomatico” accaduto in televisione al pianista Francois-Renè Duchable.

Corsi di Interpretazione
A Reggio Emilia
Il taiheki dell'Autore