Crea sito

Il magazine dell'Innovazione pianistica

Arthur Rubinstein vi parla dell’Effetto Chopin

Effetto Chopin è un neologismo che ho coniato quando, analizzando gli studi, mi sono reso conto che nel caso del grande musicista e pianista franco-polacco, la tecnica e l’interpretazione coincidevano. Una scoperta nuova, senza dubbio, in ambito musicologico ed interpretativo…

Un bravo pianista italiano e le tre anime di Chopin
Che bravo pianista, Leonardo Pierdomenico, soprattutto un giovane che sa essere totalmente conforme a se stesso. Doppia bravura! Nel mio ebook Seitai al pianoforte trovate un esercizio curioso, tanto importante quanto discretamente nascosto, che permetterà a chiunque lo desideri di…
Maggiore o minore?

Provate a lasciarvi andare verso l’alto, più che potete, automaticamente vi sentirete attirare verso il basso… Nel Seitai lo chiamiamo lato 1. Poggiate le mani sulla colonna vertebrale di un vostro amico sdraiato a pancia in giù. Lo sentirete chiaramente tirare…

Il polso è il respiro del pianista

Questa frase di Frederic Chopin, ben lungi dall’essere suggestiva e poetica, ha una portata pratica di incommensurabile valore vedremo insieme in questo articolo come questo semplice suggerimento può incrementare in modo esponenziale il vostro fraseggio al pianoforte e quel senso di respiro della frase…

Un segreto di Chopin

Date un’occhiata a questa mappa dedicata all’Effetto Chopin. In merito al movimento rotatorio faccio cenno al problema dell’estensione della mano, che costò l’ossessione al pianista Adolf Henselt. Vi parlo in questo articolo di uno dei tanti segreti di Chopin: quello…

Robert Schumann dixit

Ho avuto la fortuna di sentire questi studi suonati per la maggior parte da Chopin stesso. Si immagini un artista che fonda i suoni in ogni sorta di arabeschi fantastici, in modo però da sentire sempre un suono grave fondamentale…

Come si fraseggia la Ballata op. 23 di Chopin?

Un brano molto amato dai pianisti, un brano che Chopin scrisse “per” i pianisti, un duro banco di prova per il giovane che si affaccia alla carriera concertistica: la Ballata in sol minore op. 23. Frederic Chopin, taiheki frontale –, o polmonare passivo,…

Quante sono le dita del pianista?

10 x 3 = 30, perché ogni dito può contare sul centro del polpastrello e i due lati esterni. Vi bastano per non avere mai più problemi con la diteggiatura? 10 x 10 = 100, perché sono canalizzate di volta…

La mappa degli studi di Chopin

Coordinazione laterale (gravità sempre a destra): Op. 10 n.: 2, 5, 8, 10; op. 25: 2, 4, 6, 9, 11; vedi anche l’articolo L’indice… rivelatore.

L’indice… rivelatore

Appoggiamo alla tastiera il dito 2, l’indice. Così inizia un nuovo modo di studiare il pianoforte, immaginiamo che vogliamo investigare, da noi stessi sul dito indice, su come funzioni e su come possa risolvere i problemi tecnici…   Bilanciarsi lateralmente…

Come suonava Chopin?

Quando l’ho sentito per la prima volta, sono rimasto folgorato… Per un attimo ho chiuso gli occhi e mi è parso di sentire Chopin che suonasse, come da qualche misterioso luogo del passato.

come lavorare gli studi di chopin

Gli studi di Chopin sono fondamentali per la formazione del pianista moderno. C’è dentro tutto quello che serve per suonare, da Bach a Ligeti. Liszt compreso, Jazz escluso.

Ocean

Osservate questo cavallo in corsa: il movimento in avanti

Terze a confronto

Stesse note, stessa tonalità, stesso tempo, due mondi differenti: Camille Saint-Saens, studio op. 111 n. 1     Chopin, studio op. 25 n. 6   Per eseguire il primo, il pollice deve essere libero: vediamo velocemente come. Il movimento avanti +, si…

Studio op 25 n 10 tutorial

Prima di tutto mi congratulo con il lettore: io non ho ancora avuto il coraggio di studiarlo! E trovo cosa grata che abbia indicato direttamente “gli studi e lo ZEN” nelle keyword… Alcune indicazioni che possono risultarti utili: Se ti metti…

Chopin opus 58: THE GIFT
A questo link troverete un esercizio che riguarda la struttura longitudinale di estremi e articolazioni e la sperimentazione che ne farete si presta alla comprensione di un'opera molto particolare di Chopin: la terza sonata op. 58. Una sonata che definisce (e allo stesso tempo vi guida…
La Cattedrale dell’Inconscio

E’ da tempo che desideravo scrivere questo articolo. Nonostante il grande spazio dedicato a Chopin sentivo che c’era ancora qualcosa da definire e questo qualcosa aveva a che fare con la Sonata in si bemolle minore. Poiché è un pezzo che amo…

1.000 e 1 modi per studiare il… 10 – 1!

Da qualunque parte si salga, sempre in cima al Fuji si arriva… dicono gli antichi saggi giapponesi. Vedremo insieme svariate modalità per studiare l’ op. 10 n. 1 di Chopin, tutte che convergono in un’ unica direzione: quella salutare e…

La mano del pianista ha sei dita

Quando scrissi il mio Non Manuale aggiunsi un’ appendice: Lo zen e l’arte di suonare gli studi di Chopin. Un insieme di intuizioni che – come tutte le intuizioni – viaggiano indisturbate finché è la conferma stessa a trovarle. Accade…

Come suonare “legato”

Per quanto il pianoforte sia uno strumento percussivo e f-e, la straordinaria capacità di adattamento delle mani fa sì che si possa facilmente creare l’effetto del legato. Scegliete una sequenza di 5 note e suonatela con entrambe le mani cercando…