Crea sito

Il magazine dell'Innovazione pianistica

Seitai al pianoforte

Prime conferme… ineluttabili!

Comments (1)
  1. michele rossini ha detto:

    diciamo che sono pienamente in accordo : l’ attivazione dei bordi esterni pollice e mignolo facilita la battuta , nel senso che facilita l ‘articolazione può essere essa stessa poi più ampia o più piccola a seconda del pezzo ,dell’ autore e dell’esigenze dell’ esecutore.Fortemente comprovabile la cosa con il primo preludio del clavicembalo ben temperato (con un postura più verticale) alle sonatine di clementi (postura con spalle in avanti ) tanto per tenerci su pezzi più semplici. IL preludio di Bach è poi come una sorta di tavolozza su cui sperimentare e rimanere un pò dentro tutti i movimenti forse allontanandosi un pò da Bach ma mai dalla musica , ma sperimentare è fondamentale. La cosa più bella è cercare di restare dentro il movimento e quando si è dentro si respira meglio, anzi la respirazione va da se , come se si attivasse un metronomo interno. Grande Alberto !!!