E' uscito il mio nuovo Quaderno dedicato alla diteggiatura!

Perché non tiene l’alta velocità?

Un altro estratto del mio nuovo Quaderno

di Tecnica Pianistica dedicato all’appassionante tema della diteggiatura pianistica, che sono sicuro vi piacerà molto e sarà di grande utilità.

Ho scelto questo estratto, preso dalla sezione finale dedicata a domande ed esercitazioni, per farvi comprendere il livello di grande profondità con cui verrà trattato l’argomento in modo vivo e attento alla comprensione di ogni meccanismo nascosto della diteggiatura.

Siamo nel finale dello studio rivoluzionario, che abbiamo visto richiede una coordinazione rotatoria passiva, quindi verso sinistra.

In questo studio, rivoluzionario in tutti i sensi, Chopin ti guida passo a passo a realizzare una cosa inedita, che solo ora con questa comprensione rinnovata della diteggiatura viva e consapevole, non numeri, ma funzioni vitali, puoi comprendere. Il tremolo prepara il trasferimento dell’energia verso la zona più carnosa della mano, anulare e lato interno del mignolo.

Quindi la diteggiatura che trovate segnata è quella ideale per lasciare indisturbato l’anulare.

Perché allora, nel finale ad alta velocità, questa diteggiatura ideale non “tiene” e slitta verso una banale zampata di leone fatta di 1234?

Per tutte le persone interessate ad aprofondire questo argomento, ci vediamo nel nuovo Quaderno di Tecnica Pianistica dedicato alla Diteggiatura!

Alberto

Corsi di Interpretazione
A Reggio Emilia
Il taiheki dell'Autore